Expandmenu Shrunk


Presentazione della “Rosa d’inverno”



Fin dalla sua prima edizione nel 1930 la “Rosa d’inverno” è stata, ed è tutt’ora, un grande Motoraduno invernale che richiama motociclisti di tutta Italia a cimentarsi contro i rigori della stagione. La manifestazione prende il suo nome dal fatto che in origine si svolgeva nei primi giorni di gennaio (in concomitanza dell’ Esposizione Internazionale del Motociclo) quando freddo, nebbia e neve non mancavano mai nel capoluogo lombardo: l’intenzione degli organizzatori era proprio quella di dimostrare che la motocicletta poteva essere usata anche nella stagione più fredda dell’anno!

Come si diceva, la manifestazione nasce nel 1930 dalla volontà di quattro pionieri del Motociclismo Internazionale: Ambrogio Ferrario (Direttore sportivo), Gino Magnani (Direttore “Motociclismo”), Guido Robecchi (Presidente A.N.C.M.A.) e Renato Tassinari (Giornalista e politico). Da allora si è svolta annualmente (tranne il periodo 1940-1945, sospesa a causa della guerra) fino al 1967, per poi diventare un appuntamento “settembrino” con cadenza biennale. A partire dal 2005 infine l’Esposizione del Motociclo ritorna ad essere un appuntamento annuale (e perde la sezione “Ciclo”, che avrà una manifestazione tutta sua), e si svolgerà nel mese di novembre nel nuovo polo fieristico di Rho-Pero. Conseguentemente anche la Rosa tornerà a svolgersi in pieno inverno, ritornando in qualche modo alle sue antiche origini!



Comments are closed.